Roma, 13 Dicembre 2017  
HOME
Marco Causi
Professore di Economia politica, Facoltà di Economia "Federico Caffè", Università Roma Tre
Deputato dal 2008, rieletto nel febbraio 2013
 
Una bussola virtuale dell´economia reale
Questo sito è a disposizione di chi voglia affrontare i temi del nostro tempo, con la curiosità per il mondo
 
La soluzione più conveniente non è sempre quella liberistica del lasciar fare e del lasciar passare, potendo invece essere, caso per caso, di sorveglianza o diretto esercizio statale o comunale o altro ancora. Di fronte ai problemi concreti, l´economista non può essere mai né liberista né interventista, né socialista ad ogni costo.
Luigi Einaudi
 



<< 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40
41 
>>
Roma 16/06/2010 Il Sole 24 Ore
Sì alla tassa di soggiorno
16/06/ 2010 - Il Sole 24 ore - " Sì alla tassa di soggiorno" La citta deve completare un ciclo di infrastrutture che va almeno fino al 2020 - Intervista a Marco Causi [...]
Roma 30/05/2010 Il Tempo
Il debito? non è colpa nostra
30/05/2010 Il Tempo - Il debito ? Non è colpa nostra - L´abbiamo ereditato e non creato. Siamo stati i primi a ripianare.
Lettera di Marco Causi [...]
Roma 27/05/2010 La Repubblica
I nostri buchi?
27/05/2010 - La Repubblica - "I nostri buchi? Per le metro. Ora sono spariti gli utili di ACEA [...]
Roma 27/05/2010 
Manovra/ Causi a Tremonti: Per la metro unici buchi lasciati a Roma
Roma, 26 mag. (Apcom) - "A dire il vero noi di buchi ne avevamo lasciati due. Uno che parte da San Giovanni e finisce a Tor Vergata e si chiama Linea C del metrò, l´altro che parte da piazza Bologna e va a piazzale Jonio e si chiama metrò B1. Lo sforzo finanziario che la giunta di centrosinistra aveva chiesto allo Stato e ai cittadini era finalizzato allo sviluppo e al rilancio economico della città e al rafforzamento delle infrastrutture". E´ la risposta di Marco Causi, oggi parlamentare del Pd e ex assessore al Bilancio della giunta Veltroni, replicando alle parole di Tremonti e Berlusconi sul dissesto nel bilancio della capitale lasciato dalle giunte di centrosinistra, nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi.
"Oggi - prosegue Causi - la soluzione del piano di rientro dell´attuale giunta lascerà la Capitale nell´incertezza sul finanziamento dei grandi progetti. E´ necessario ricordare che la nuova gestione dell´Acea è riuscita nel mirabolante risultato di azzerare l´utile [...]
Roma 27/05/2010 Il Corriere della Sera
I sacrifici di famiglie e imprese
27/05/2010 Il Corriere della Sera - I sacrifici di famiglie e imprese. Non sono equamente ripartiti"
di Alessandro Capponi [...]
Roma 20/05/2010 M.Causi
La Lega perde il Po ma si tiene il Garda
20/05/2010- Il Sole 24 Ore -Ultime limature al testo. I laghi sovraregionali potranno essere ceduti dallo stato con il consenso delle regioni
interessate
La Lega perde il Po ma si tiene il Garda
CLAUSOLE DI SALVAGUARDIA Proventi delle vendite destinati per il 75% al debito locale e per il 25% a
quello centrale. Enti in dissesto esclusi dalla «partita»
Eugenio Bruno
ROMA
Il [...]
Roma 18/05/2010 Il Sole 24 Ore
Lega:vicina la prima meta
18/05/2010 -Il Sole 24 Ore - Lega: vicina la prima meta. Il PD valuta, no di UDC e API.
Domani il parere della commissione.
Bersani:noi il vero partito delle autonomie. [...]
Roma 14/05/2010 Il Sole 24 Ore
Spese immobiliari fuori dal patto
14/05/2010 Il Sole 24 Ore -Federalismo demaniale. Esclusi dai vincoli i costi di gestione degli enti locali - Stretta sui fondi di investimento
Mercoledì l´ok al decreto in commissione, giovedì il varo a Palazzo Chigi LE ALTRE NOVITÀ Alle regioni spiagge, laghi e fiumi ma né il Po né il Garda Alle province i bacini e le miniere, ai comuni le aree dismesse dei grandi porti.
 [...]
Roma 14/05/2010 La Repubblica
Spiagge, laghi, caserme e terreni conto alla rovescia per la cessione
14/05/2010 - La Repubblica - Federalismo, primo sì al passaggio dallo Stato alle autonomie locali Il parere della commissione parlamentare. Alle Regioni i beni idrici e marittimi Previsti i fondi immobiliari, il ricavato andrà a ridurre il debito o agli investimenti
ALBERTO D´ARGENIO [...]
Roma 14/05/2010 Il Messaggero
Federalismo, la Lega accelera sui beni demaniali
PER CAMERA E SENATO NON CAMBIA NIENTE Restano allo Stato le sedi degli organi costituzionali Il lago di Bracciano va alla Provincia di Roma ROMA. E´ arrivato il parere sul primo decreto attuativo del governo della legge delega sul federalismo fiscale approvata un anno fa. Il tema è quello del demanio e riguarda anche il trasferimento dei beni delloStato agli enti locali. L´apposita commissione bicamerale sul federalismo fiscale suggerisce innanzitutto difissare una tempistica dei trasferimenti dei beni dallo Stato alle autonomie, una «cadenza periodica», con nuove attribuzioni almeno ogni due anni. E prevede che entro un anno dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo sul demanio vadano individuati e «attribuiti» i beni in uso al ministero della Difesa che possono essere trasferiti a Comuni, Province, Città metropolitane e Regioni che li richiedono. Ma anche su molti altri aspetti il parere della Commissione di fatto riscrive il decreto sul demanio. Il testo è stato messo [...]
Roma 13/05/2010 M.Causi
FEDERALISMO:BOZZA PARERE;FONDI IMMOBILIARI RISERVATI A ENTI
(ANSA) - ROMA, 13 MAG - I fondi immobiliari ai quali possono essere conferiti i beni trasferiti dallo Stato alle autonomie, siano, almeno per il periodo di avvio della loro operativita´, a esclusiva quota pubblica, riservata ´agli enti territoriali conferenti´. E´ quanto chiede la bozza di parere sul federalismo demaniale messa a punto dai relatori, Marco Causi (Pd) e Massimo Corsaro (Pdl) e che verra´ esaminata nella commissione bicamerale per l´attuazione del federalismo fiscale.
 [...]
Roma 13/05/2010 Il Sole 24 Ore
La Lega lascia il Po allo Stato
13 Maggio 2010 - Il Sole 24 Ore - di Eugenio Bruno
Pur di portare a casa in tempo il primo decreto attuativo del federalismo, la Lega è disposta a sacrificare il suo simbolo più caro dopo Alberto da Giussano: il Po. Durante la riunione fiume di ieri tra il ministro della Semplificazione Roberto Calderoli, i tecnici, il presidente della commissione bicamerale Enrico La Loggia e i due relatori Massimo Corsaro (Pdl) e Marco Causi (Pd), è stato infatti deciso che dal trasferimento dei beni demaniali alle regioni sarà tenuto fuori il demanio idrico interregionale. Di cui fa parte il fiume tanto caro al Carroccio che ogni anno vi celebra il rito dell´ampolla.
 [...]
Roma 13/05/2010 Adnkronos
FEDERALISMO: CAUSI AD API, PD USA BENE TEMPO COMMISSIONE
Roma, 13 mag. - (Adnkronos) - "Leggo sui giornali che i dirigenti di Alleanza per l´Italia avrebbero affermato ieri, durante una conferenza stampa, che il lavoro parlamentare in corso per modificare lo schema di decreto sul cosiddetto federalismo demaniale, equivarrebbe a un ´supermercato del demanio´. Mi dispiace di dover contraddire l´opinione di Francesco Rutelli e Linda Lanzillotta". E´ questa la replica di Marco Causi, vice presidente della commissione bicamerale sul federalismo fiscale, alle affermazioni fatte ieri dai vertici dell´Api. [...]
Roma 12/05/2010 Virgilio
Federalismo/ La crisi pesa sulla delega, ma Maroni: Accelereremo
Roma, 11 mag. (Apcom) - Roberto Maroni si dice "ottimista", è sicuro che la crisi non frenerà il federalismo fiscale ma "anzi ne sarà l´acceleratore". Ma nelle ultime settimane sono arrivati i distinguo di Gianfranco Fini, ieri l´affondo della Cei, oggi il monito di Giorgio Napolitano contro la secessione. C´è poi l´editoriale del ´Sole 24 Ore´ sulle priorità della politica nella "stagione dell´austerità" e le "riforme impossibili" come appunto il federalismo fiscale, e il retroscena del ´Corriere´ sulla cautela di Giulio Tremonti, motivata dalla crisi economica, verso l´attuazione della delega, con l´ipotesi addirittura di posticipare l´avvio della riforma. Abbastanza per spingere Roberto Calderoli ad incontrare Silvio Berlusconi a palazzo Grazioli, e a parlare anche con lui di quelle che con un deputato leghista ha definito le "resistenze" delle strutture burocratiche del Tesoro all´attuazione della delega, i cui termini scadono tra un anno esatto.
 [...]
Roma 12/05/2010 Il Sole 24 Ore Radiocor
ECO Federalismo:relatore, stasera bozza parere Bicamerale, Pd e Udc frenano
Roma, 12 mag - "Stasera sara´ formalizzata
la bozza di parere, in una breve riunione presso la Bicamerale per
l´avvio del Federalismo fiscale, e domani cominceremo a illustrarla
nella riunione prevista".
Lo dice il relatore di maggioranza del parere sul decreto legislativo
relativo al federalismo demaniale, Massimo Corsaro (Pdl), che ritiene
si vada "ragionevolmente verso un parere concorde". Ma di diversa
opinione e´ il relatore di minoranza Marco Causi (Pd), che conserva
perplessita´ sul demanio marittimo e idrico e non esclude la
possibilita´ di ricorrere agli ulteriori 20 giorni previsti dalla
delega.
 [...]
<< 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40
41 
>>

 
agenda 
in parlamento 
rassegna stampa 
contatti 
link 
liberi scambi 
roma 
saggi e scritti 
biografia 

cerca nel sito


 
Copyright © 2017 Marco Causi - Privacy Policy - made in Bycam