Roma, 28 Giugno 2017  
HOME
Marco Causi
Professore di Economia politica, Facoltà di Economia "Federico Caffè", Università Roma Tre
Deputato dal 2008, rieletto nel febbraio 2013
 
Una bussola virtuale dell´economia reale
Questo sito è a disposizione di chi voglia affrontare i temi del nostro tempo, con la curiosità per il mondo
 
La soluzione più conveniente non è sempre quella liberistica del lasciar fare e del lasciar passare, potendo invece essere, caso per caso, di sorveglianza o diretto esercizio statale o comunale o altro ancora. Di fronte ai problemi concreti, l´economista non può essere mai né liberista né interventista, né socialista ad ogni costo.
Luigi Einaudi
 



11/06/2017 M.Causi
Indici sintetici di affidabilità fiscale e superamento degli studi di settore

Indici sintetici di affidabilità fiscale e superamento degli studi di settore

Il decreto 50/2017, la cosiddetta "manovrina", ha completato la riforma degli studi di settore avviata con le norme contenute nella legge di stabilità per il 2017. Al posto degli studi di settore si introducono i nuovi indici sintetici di affidabilità fiscale. Si tratta di una riforma importante, che modifica e migliora i rapporti fra quattro milioni di piccole e piccolissime imprese e l´amministrazione fiscale, promuovendo i principi della trasparenza, del dialogo e della collaborazione.

Mentre il sistema degli studi di settore, introdotto alla fine degli anni Novanta del passato secolo, era basato sulla stima presuntiva di un "adeguato" livello dei ricavi e sulla conseguente possibilità per l´amministrazione fiscale di far scattare accertamenti presuntivi, il nuovo sistema prende in considerazione una quantità molto più estesa di indicatori elementari, con riferimento non solo ai ricavi ma anche a indicatori di affidabilità e di anomalia rilevati nei diversi settori di attività.

I nuovi indici rappresentano la sintesi di indicatori elementari tesi a verificare la normalità e la coerenza della gestione aziendale o professionale, anche con riferimento a diverse basi imponibili, ed esprimono - su una scala da 1 a 10 - il grado di affidabilità fiscale riconosciuto a ciascun contribuente, anche ai fini dell´accesso al regime premiale. Alle imprese "affidabili" vengono riconosciuti importanti benefici: termini più brevi per le attività di accertamento, esclusione dall´applicazione di una serie di controlli, rimborsi Iva più veloci.

Il nuovo sistema insomma supera un approccio meramente repressivo e promuove una logica basata sull´incentivazione di comportamenti cooperativi fra contribuenti e amministrazione fiscale.


 

<< INDIETRO
 
agenda 
in parlamento 
rassegna stampa 
contatti 
link 
liberi scambi 
roma 
saggi e scritti 
biografia 

cerca nel sito


 
Copyright © 2017 Marco Causi - Privacy Policy - made in Bycam