Roma, 12 Dicembre 2019  
HOME
Marco Causi

Professore di Economia industriale e di Economia applicata, Dipartimento di Economia, Università degli Studi Roma Tre.
Deputato dal 2008 al 2018.

La soluzione più conveniente non è sempre quella liberistica del lasciar fare e del lasciar passare, potendo invece essere, caso per caso, di sorveglianza o diretto esercizio statale o comunale o altro ancora. Di fronte ai problemi concreti, l´economista non può essere mai né liberista né interventista, né socialista ad ogni costo.
Luigi Einaudi
 



31/07/2015 M.Causi
Ddl concorrenza: riforma dei fondi pensione contrattuali

Ddl concorrenza, salta la portabilità dei fondi pensione

Modificato l´articolo 15 della legge, il Pd con Marco Causi punta "all´aumento dell´efficienza delle forme pensionistiche complementari". Tornano i notai nelle compravendite sotto i 100mila euro, salta il passaggio di consegne con gli avvocati

MILANO - Salta l´articolo 15 del ddl Concorrenza che introduceva la portabilità dei fondi pensione. Al suo posto è stata approvata una norma interamente sostitutiva che rinvia l´esigenza di "aumentare l´efficienza delle forme pensionistiche complementari collettive" ad un tavolo di consultazione tra ministeri e parti sociali. 

Nel testo dell´emendamento approvato, a firma del Pd Marco Causi, si legge che il ministro del Lavoro, di concerto con il ministro dell´Economia, entro 30 giorni, "convoca un tavolo di consultazione cui partecipano le organizzazioni sindacali e le rappresentanze datoriali maggiormente rappresentative in ambito nazionale, nonché esperti della materia previdenziale, finalizzato ad avviare un processo di riforma delle medesime forme pensionistiche". In sostanza, ha spiegato Causi, l´obiettivo è quello di "riorganizzare" i fondi pensione in linea con quanto indicato "da Covip", cioè "andando ad aumentare la dimensione media dei fondi stessi" anche attraverso "aggregazioni" per "migliorare la gestione ma anche il profilo di rischio a tutela delle pensioni future".

Tra le altre cose, i notai saranno ancora indispensabili per la compravendita di immobili adibiti ad uso non abitativo (quindi non residenziali, ma ad esempio box e negozi) dal valore inferiore ai centomila euro. E´ saltato infatti l´articolo 28 del ddl concorrenza che dava agli avvocati la possibilità di autenticare gli atti di compravendita di questo tipo di immobili. La norma è stata cancellata dalle Commissioni Attività produttive e Finanze della Camera. Al suo posto è stata approvata una disposizione che assegna ai notai il compito di tenere il registro delle successioni sinora in capo ai tribunali.

Arriva una data certa, ossia entro 120 giorni, per il varo del decreto che dovrà predisporre la futura tabella unica dei risarcimenti per danni di "non lieve" entità non patrimoniali riferiti ad incidenti stradali. L´emendamento dei relatori che riscrive l´articolo 7 del ddl concorrenza è stato approvato dalle commissioni attività produttive e finanze della camera con alcune novità. Dunque, quando il ddl concorrenza sarà legge, entro 120 giorni dovrà essere varato un decreto (su proposta del Mise di concerto con i ministeri della Salute, del Lavoro e della Giustizia) che per stilare la tabella dovrà fare riferimento, tra l´altro, alla "consolidata giurisprudenza di legittimità". Resta confermato anche che i valori delle nuove tabelle verranno legati al tasso di inflazione. 

 

 

<< INDIETRO
 
agenda 
in parlamento 
rassegna stampa 
contatti 
link 
liberi scambi 
 economia 
 finanza pubblica 
 mezzogiorno e sicilia 
roma 
saggi e scritti 
biografia 

cerca nel sito


 
Copyright © 2019 Marco Causi - Privacy Policy - made in Bycam