Roma, 04 Giugno 2020  
HOME
Marco Causi

Professore di Economia industriale e di Economia applicata, Dipartimento di Economia, Università degli Studi Roma Tre.
Deputato dal 2008 al 2018.

La soluzione più conveniente non è sempre quella liberistica del lasciar fare e del lasciar passare, potendo invece essere, caso per caso, di sorveglianza o diretto esercizio statale o comunale o altro ancora. Di fronte ai problemi concreti, l´economista non può essere mai né liberista né interventista, né socialista ad ogni costo.
Luigi Einaudi
 



04/06/2013 M.Causi
Alemanno su multe e Equitalia fa demagogia. Con il suo progetto pagheranno quelli che non prendono multe o che le multe le pagano
PASSAGGIO INHOUSE LO PAGHERA´ ANCHE CHI NO HA MAI PRESO MULTE (ANSA) - ROMA, 4 GIU - ´´Qualche giorno fa il sindaco Alemanno ha detto che per far funzionare la nuova riscossione dei tributi romani fatta in house ha gia´ accantonato 15 milioni euro. Si tratta di una cifra assolutamente spropositata che e´ la migliore dimostrazione del fatto che questo passaggio di Equitalia ai comuni si tradurra´ in un aumento dei costi per i contribuenti che la legge prevede vengano poi a gravare a carico della cartelle esattoriali´´. Cosi´ il deputato del Pd Marco Causi, ex assessore al Bilancio sotto la giunta Veltroni, sulla nuova societa´, Aequaroma, che sostituira´ il servizio di Equitalia. ´´Mi sono informato, ho parlato con ditte nazionali di riferimento che forniscono le piattaforme tecnologiche per le riscossioni - aggiunge - e mi hanno confermato che una buona piattaforma non costa piu´ di 3 milioni. La vera domanda e´: cosa vuole farci Alemanno con gli altri 12 milioni? Non e´ che ha in testa di fare della societa´ romana di riscossione, come ha fatto con Ama e Atac, un nuovo carrozzone di assunzioni gonfiate a carico del contribuente?´´. Causi sottolinea inoltre: ´´Alemanno si dimentica di dire su chi graveranno questi 15 milioni di costo: se e´ vero quanto da lui oggi affermato, che le cartelle romane peseranno meno di quelle nazionali, vuol dire che i 15 milioni verranno caricati sul bilancio del Comune e quindi verranno pagati da tutti i contribuenti romani, anche da quelli che non hanno mai preso la multa. Fermo restando che Equitalia avrebbe potuto e potrebbe anche in futuro enormemente migliorare la sua capacita´ di lavorare sulle piccole somme, tipiche dei comuni, pero´ la norma nazionale garantisce che i costi della riscossione gravano solamente su chi non ha pagato le tasse o le sanzioni, e non vengono invece, come Alemanno farebbe, distribuiti su tutti i cittadini compresi quelli che pagano regolarmente. Alemanno invece distribuira´ su tutti i contribuenti, anche su chi non ha preso le multe, i costi della riscossione´´. (ANSA). TAG 04-GIU-13 16:45 NNNN
 

<< INDIETRO
 
agenda 
in parlamento 
rassegna stampa 
contatti 
link 
liberi scambi 
roma 
saggi e scritti 
biografia 

cerca nel sito


 
Copyright © 2020 Marco Causi - Privacy Policy - made in Bycam