Roma, 21 Ottobre 2017  
HOME
Marco Causi
Professore di Economia politica, Facoltà di Economia "Federico Caffè", Università Roma Tre
Deputato dal 2008, rieletto nel febbraio 2013
 
Una bussola virtuale dell´economia reale
Questo sito è a disposizione di chi voglia affrontare i temi del nostro tempo, con la curiosità per il mondo
 
La soluzione più conveniente non è sempre quella liberistica del lasciar fare e del lasciar passare, potendo invece essere, caso per caso, di sorveglianza o diretto esercizio statale o comunale o altro ancora. Di fronte ai problemi concreti, l´economista non può essere mai né liberista né interventista, né socialista ad ogni costo.
Luigi Einaudi
 



<< 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17  >>
Roma 23/05/2016 M.Causi
La sinistra e il Campidoglio
(economia)
L´Unità, 24 maggio 2016.
Stefano Fassina afferma che "le distanze programmatiche con il PD sono enormi" e "non ci sono le condizioni per una convergenza programmatica" con Giachetti al secondo turno delle elezioni romane. Non è una posizione credibile, e lo dimostrerò nelle prossime righe. O Fassina aspetta un accordo sugli assetti di potere − nulla di male, anche se sa un po´ di "vecchia politica". Oppure Fassina usa le elezioni romane per un regolamento dei conti fra le "due sinistre": di Roma non gli importa niente, ed è smanioso di aggiungere il suo nome alla lunga lista di eroi del tafazzismo di sinistra. Come la sinistra dell´SPD (...) leggi l´articolo di Marco Causi su l´Unità,24 maggio 2016 [...]
Roma 19/05/2016 M.Causi
L´accordo fiscale fra Italia e Panama
(finanza pubblica)
La Camera ha approvato la ratifica dell´accordo di scambio di informazioni fiscali fra Italia e Panama. Alla luce delle notizie sui "Panama papers" si tratta di un accordo importante e complicato. Per saperne di più, clicca qui per leggere la dichiarazione di voto in aula che il gruppo PD mi ha affidato il 17 maggio. [...]
Roma 09/04/2016 M.Causi
La mia esperienza da vice sindaco di Roma nell´estate del 2015
(economia)
Ho scritto tre articoli, che L´Unità ha gentilmente pubblicato, suscitati dalla mia esperienza da vice sindaco di Roma nell´estate del 2015. Parlo del passato, ma anche del presente e del futuro. Parlo della città, del suo governo locale e delle sfide da affrontare. In alcuni passaggi colgo anche l´occasione per puntualizzare la natura delle effettive divergenze politiche sorte con Ignazio Marino, evitando con attenzione estrema le cadute di stile e gli attacchi personali che lui mi ha generosamente dedicato in un suo recente scritto. Qui in allegato i pdf degli articoli. [...]
roma 06/04/2016 M.Causi
CAUSI (PD): DA SCOZZESE UN CONTRIBUTO DI TRASPARENZA
(economia)
"L´audizione di Silvia Scozzese in Parlamento fornisce un importante contributo di trasparenza sul piano di rientro del debito pregresso del Comune di Roma stabilito con le norme straordinarie del 2008 e del 2010". È il commento, riferisce una nota, di Marco CAUSI (Pd), componente della Commissione Finanze della Camera dei Deputati ed ex assessore al bilancio del Comune di Roma. "Aspettavamo da anni queste informazioni e questa trasparenza - aggiunge - mai garantite dalle precedenti gestioni commissariali. La Scozzese in primo luogo conferma quanto ho sostenuto fin da otto anni fa ...) [...]
Roma 01/04/2016 M.Causi
Il tesoretto fiscale delle quattro banche che potrebbe salvare i risparmiatori
(economia)
Gianluca Paolucci, in un articolo uscito oggi su La Stampa, chiarisce bene la questione dei crediti fiscali derivanti dalla svalutazione dei crediti bancari (nome in codice: DTA) attribuibili alle quattro banche su cui è stata attivata la procedura di risoluzione, oggetto di un mio emendamento al decreto BCC, ritirato su richiesta del Governo. Le norme sulla risoluzione nel decreto del novembre 2015 non chiariscono quale sarà la sorte di questi crediti fiscali. Si tratta di circa 700 milioni (...) [...]
Roma 03/03/2016 M.Causi
Roma: il deficit di manutenzione e investimenti sui beni pubblici e le infrastrutture collettive
(economia)
I numeri parlano chiaro: le grandi capitali europee investono sui loro beni pubblici e infrastrutture collettive tre o quattro volte di quanto investe Roma. Guardando ai dati del 2015, gli impegni per investimenti nella Capitale d´Italia si sono fermati a 164 milioni. A questa cifra possono essere sommati gli investimenti effettuati dalle imprese concessionarie di servizi pubblici (trasporti, ambiente, acqua e depurazione, distribuzione elettrica), la cui stima nel 2015 è di circa 350 milioni. La cifra complessiva per Roma, quindi, supera a malapena i 500 milioni, contro 1,5 miliardi a Parigi e 1,9 miliardi a Londra. (...) Vedi anche in allegato la mia intervista realizzata da Paolo Fallai sul Corriere del 28 febbraio [...]
Roma 21/01/2016 M.Causi
Mercoledì nero
(economia)
Sarà difficile evitare, nello sgangherato bar sport della politica italiana, di leggere o ascoltare nei prossimi giorni interpretazioni "politicanti" della caduta della borsa italiana. Già me le immagino: i cattivi tedeschi puniscono l´italietta che ha osato alzare la voce; i mercati tolgono la fiducia a Renzi; e via sproloquiando. E già mi immagino gli esponenti delle opposizioni che, arrampicandosi sugli specchi, daranno ragione alla Germania e ai mercati − dimenticandosi magari di avere espresso in passato fiere opinioni anti-europee e anti-mercatismo − pur di dare torto al governo. Tutte fandonie. (...) Articolo su L´Unità, 21 gennaio 2016 [...]
Roma 23/12/2015 M.Causi
La legge di stabilità 2016. Una manovra di svolta
(economia)
La legge di stabilità per il 2016 conclude il suo cammino parlamentare con 999 misure, una per ciascun comma del suo articolo unico. Alcuni critici storcono il naso: troppa carne al fuoco, una manovra che si disperde in tanti rivoli. Mi permetto di suggerire un´altra chiave di lettura: nelle misure messe in campo c´è il tentativo ambizioso di modificare la qualità delle politiche pubbliche nel nostro paese. (...) Articolo di Marco Causi su L´Unità del 23 dicembre [...]
Roma 22/12/2015 M.Causi
Intervento in aula a Montecitorio per fatto personale
(economia)
Signora Presidente, durante il pomeriggio sono intervenuto in aula per esporre alcuni dati del Rapporto INPS sul nuovo ISEE entrato in vigore dal primo gennaio del 2015. Invece di rispondere nel merito, alcuni deputati del gruppo M5S hanno iniziato a urlare, con la violenza verbale di cui purtroppo fanno spesso uso, contro me e mia moglie, Monique Veaute, e contro la Fondazione Romaeuropa, di cui Monique è Presidente. (...)
 [...]
Roma 17/12/2015 M.Causi
Educazione finanziaria: ci vuole una strategia nazionale
(economia)
La crisi di quattro piccole banche territoriali ha fatto emergere tanti problemi, sull´Unione bancaria europea, sui meccanismi di vigilanza, eccetera. Un problema da non sottovalutare è che l´Italia è priva di una "strategia nazionale" sull´educazione finanziaria, come certifica l´OCSE in un recente rapporto. Il Governo ha approvato, sulla legge di stabilità, un ordine del giorno da me promosso che lo impegna a vararla. Clicca qui per il testo dell´ordine del giorno e per un articolo di Andrea Greco su La Repubblica che lo commenta. [...]
Roma 13/12/2015 M.Causi
La crisi delle banche: interventi di emergenza e interventi di sistema
(economia)
Quattro piccole banche territoriali italiane sono andate in crisi e rischiano di fallire, sotto il peso di 9 miliardi di sofferenze, quasi il 40 per cento dei loro attivi. Il governo è intervenuto con un decreto di urgenza per minimizzare i danni, dentro le regole europee. Diciamo subito, partendo dalla fine, che l´intervento del governo è necessario ed è efficace. Ma che l´entità raggiunta nel sistema bancario italiano dai crediti deteriorati (più di 200 miliardi), coda velenosa della crisi dell´economia reale, chiama in causa politiche di sistema e non solo di emergenza. (...) Articolo di Marco Causi su l´Unità del 12 dicembre [...]
Roma 30/10/2015 M.Causi
La crisi in Campidoglio: un primo commento
(economia)
Dovremo riflettere a lungo e seriamente sul caso Roma. Nel 2013 siamo tornati al governo della città, ma eravamo impreparati. Non avevamo compreso la profondità delle ferite inferte dalla crisi alla città, e soprattutto alle sue parti più deboli. Non avevamo capito il livello devastante del degrado politico-amministrativo procurato al Campidoglio e ai suoi dintorni durante i cinque anni di Alemanno. Non avevamo consapevolezza che quel degrado aveva coinvolto anche pezzi del nostro mondo. Alla fine di novembre 2014, invitato dal PD alla Conferenza del Quirino, Giuseppe Pignatone aprì uno squarcio, seguito solo pochi giorni dopo dagli atti dell´inchiesta "mondo di mezzo". [...]
Roma 27/09/2015 M.Causi
Trasporto pubblico, Giubileo, linea C: è il momento di decidere
(economia)
Raccogliendo la sollecitazione di Paolo Fallai nel suo fondo del 26 settembre sul Corriere, il trasporto pubblico locale vive a Roma una fase di ordinaria emergenza: il Giubileo diventa una lente d´ingrandimento su decisioni che andrebbero comunque prese. Poca o nulla manutenzione da sette anni almeno sulle reti e sui veicoli significa che il sistema sopporta con fatica il carico ordinario e rischia di non essere pronto per il suo raddoppio. Sì, raddoppio: in alcune settimane di punta degli eventi giubilari gli esperti stimano un´affluenza di 2-3 milioni di visitatori. (...) Leggi l´articolo di Marco Causi sul Corriere della Sera [...]
Roma 24/09/2015 M.Causi
Investire sul futuro industriale di AMA è una cosa di sinistra
(economia)
AMA è la più grande monoutility italiana nel settore dei rifiuti, 8.000 dipendenti e 730 milioni di fatturato. L´Assemblea capitolina sta discutendo il nuovo affidamento del servizio e, se c´è una cosa da evitare, è una discussione tutta ideologica fra difensori dell´azienda così com´è, con il consueto armamentario di allarmismi contro la "privatizzazione", e l´opposto estremismo dei liberalizzatori "tutto e subito". La Giunta ha avanzato una proposta molto equilibrata che tiene insieme tre obiettivi...Leggi l´articolo di Marco Causi su l´Unità [...]
Roma 20/09/2015 M.Causi
I musei diventano servizi essenziali: un´occasione da non sprecare
(economia)
Il decreto "Colosseo" del Governo Renzi riapre un´importante partita, in modo assolutamente positivo. E´ una straordinaria occasione, da non sprecare. Il Parlamento deve valutare fino in fondo la possibilità di ampliare il decreto muovendosi verso una piena introduzione dei servizi legati alla fruibilità e all´accessibilità al patrimonio culturale nell´ambito dei servizi pubblici essenziali... Leggi l´articolo di Marco Causi sul Corriere della Sera [...]
<< 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17  >>

 
agenda 
in parlamento 
rassegna stampa 
contatti 
link 
liberi scambi 
 economia 
 finanza pubblica 
 mezzogiorno e sicilia 
roma 
saggi e scritti 
biografia 

cerca nel sito


 
Copyright © 2017 Marco Causi - Privacy Policy - made in Bycam