Roma, 15 Dicembre 2019  
HOME
Marco Causi

Professore di Economia industriale e di Economia applicata, Dipartimento di Economia, Università degli Studi Roma Tre.
Deputato dal 2008 al 2018.

La soluzione più conveniente non è sempre quella liberistica del lasciar fare e del lasciar passare, potendo invece essere, caso per caso, di sorveglianza o diretto esercizio statale o comunale o altro ancora. Di fronte ai problemi concreti, l´economista non può essere mai né liberista né interventista, né socialista ad ogni costo.
Luigi Einaudi
 



06/05/2013 M. Causi
La politica economica del Governo Letta fra crisi, Europa e riforma dell´Imu

Il DEF predisposto dal precedente Governo ha natura transitoria. Vi si legge che "il nuovo Governo, una volta formato, potrà integrare questo quadro presentando, se così riterrà opportuno, un´agenda di riforme, con le relative compatibilità finanziarie, per proseguire il percorso di avvicinamento agli obiettivi della Strategia Europa 2020". Il nuovo Governo, come oggi ha confermato il ministro Saccomanni, ha intenzione di aggiornare il Documento nelle prossime settimane con una Relazione aggiuntiva, dentro il quadro finanziario definito e concordato con l´Unione Europea. Oggi, quindi, cominciamo una discussione ancora interlocutoria. Una discussione, però, importante, da un lato, per capire quali possibili margini di flessibilità potranno essere accordati all´Italia, nel corso della procedura ascendente che ha inizio con il presente Documento; e, dall´altro lato, per definire gli indirizzi del nuovo Governo nelle prossime, cruciali, settimane di lavoro.

Leggendo il testo attuale del DEF, sembrano necessari aggiornamenti in tre direzioni: interpretazione della situazione macroeconomica internazionale ed interna; valutazione sulla possibilità di ridefinire il percorso verso gli obiettivi a medio termine della finanza pubblica, da verificare in sede europea; trasformazione delle linee programmatiche del nuovo Governo, contenute nel discorso su cui il presidente Enrico Letta ha posto la fiducia, in una agenda a medio termine che precisi le priorità, le quantificazioni e i cronoprogrammi, da un lato sulle emergenze, dall´altro su alcune prime idee di provvedimenti volti a provocare uno "shock" positivo sul sistema economico, e anche intervenendo sull´esistente Programma Nazionale di Riforma (...)

 



 
Intervento sul Documento di Economia e Finanza, 6 maggio 2013

<< INDIETRO
 
agenda 
in parlamento 
rassegna stampa 
contatti 
link 
liberi scambi 
 economia 
 finanza pubblica 
 mezzogiorno e sicilia 
roma 
saggi e scritti 
biografia 

cerca nel sito


 
Copyright © 2019 Marco Causi - Privacy Policy - made in Bycam